Tatuaggio senza aghi, completamente indolore e intelligente

Il tatuaggio indolore è sempre più un realtà, la tecnologia avanza e nei prossimi anni potremmo avere i primi dispositivi per un tatuaggio senza aghi. Questa nuova frontiera potrà essere varcata grazie al lavoro dei ricercatori di ingegneria chimica dell’università di Twente in Olanda. Gli studiosi hanno messo a punto il prototipo Inkbeams un sistema che permette di sostituire gli aghi con un laser a diodo.

Un liquido sottile ma penetrante

Il dottor Rivas, ricercatore a capo del progetto, ha spiegato in maniera molto semplice il funzionamento di questa nuova tecnologia: Nel nostro progetto, il laser viene puntato su un microdispositivo che contiene un liquido (spesso acqua con coloranti) e il fluido da iniettare. Il laser scalda il liquido che, arrivato a ebollizione, preme fisicamente sul fluido, provocando un getto sottile e potente che penetra in profondità nella pelle”. Attualmente la nuova tecnologia per il tatuaggio indolore non è mai stata provata su un essere umano ma su modelli in gel di agarosio. “I modelli in gel erano quelli ideali”, spiega sempre il dottor Rivas, “grazie alla loro trasparenza, potevamo capire meglio le differenze tra i due metodi”. Attualmente sono in corso nuovi test su estratti di pelle suina ed umana e secondo i ricercatori i risultati sono “molto promettenti”.

La nuova frontiera del tatuaggio intelligente

Non solo un tatuaggio indolore e senza aghi, questa nuova tecnologia permetterebbe addirittura di utilizzare “nuovi inchiostri arricchiti di biosensori e microchip. I tatuaggi si trasformerebbero così in strumenti utili a monitorare dall’interno il nostro stato di salute”. Il dottor Rivas spiega proprio come “Attualmente, i biosensori in uso hanno un effetto tossico se permangono nell’ambiente fisiologico del nostro corpo per periodi lunghi. Per superare questo ostacolo, collaboriamo con ricercatori che cercano di perfezionare questi dispositivi per misurare i livelli di glucosio e degli ormoni dello stress nel sangue”. Questa tecnologia permetterebbe in pratica di avere tatuaggi che cambiano colore se la nostra glicemia è alta o se stiamo lavorando troppo. Insomma, dei tatuaggi capaci di comunicare con noi.

Siamo pronti per il futuro?

Come ogni tecnologia rivoluzionaria anche quella del laser a diodo per sostituire gli aghi presenta numerose implicazioni etiche e morali di cui bisogna tener conto. Sarebbe giusto tatuare un bambino che soffre di diabete e far sapere così a tutti i suoi compagni di scuola della sua malattia? Siamo pronti ad accettare persone che smettono di lavorare perché lo dice un tatuaggio? Domande a cui è piuttosto difficile dare una risposta. Di certo lo scopo della ricerca rimane nobile: tatuaggi indolore, più sicuri ed anche intelligenti. Difficile non pensare che questi obiettivi non rappresentino il futuro.


Stai cercando i migliori tatuatori per il tuo tatuaggio?
RACCONTACI LA TUA IDEA
Inkdome ti consiglia gratuitamente l'artista per ogni stile tattoo.