Tatuaggi musicali: tra note e melodia, alcune idee particolari

tatuaggi musicali

Che si tratti di suonarla o di ascoltarla, tutti prima o poi si sono innamorati della musica. Ognuno di noi sa che esiste un gruppo, una canzone, un album, una nota che lo riporta indietro a delle emozioni precise. Possiamo dire che la musica è una passione piuttosto condivisa da tutti, a prescindere dai singoli generi. Per alcuni però rappresenta qualcosina in più, al punto da volerselo disegnare addosso. Quali sono allora i tatuaggi musicali che fanno “cantare” il cuore di un music addicted?

Tatuaggi musicali: premi play per attivare la sequenza

Il lettore cd ancor prima dell’mp3, ci ha abituati ad avere a che fare con i simboli da premere per mandare avanti, indietro, riprodurre in maniera casuale la nostra playlist. E poi, la melodia parte coprendo i rumori dei pensieri direttamente dai timpani, mentre gli occhi continuano a rimanere ancorati al display che monitora la durata del brano in funzione. Un lettering pulito, un bianco e nero lineare e geometrico. Semplice, ma decisamente fedele a qualsiasi supporto sia stato portato in giro da un adolescente.

tatuaggi musicali

Un tocco vintage ai tatuaggi musicali

E’ ancora vivo il ricordo dello stereo, magari quello che nei sogni di tutti i ragazzini poteva esser trasportato in giro sulle biclette. Un oggetto un po’ retrò che però è rimasto ben impresso nell’immaginario anche dei più giovani: come reinterpretarlo per avvicinarlo ai giorni nostri, in cui tutto sta dentro una chiavetta? Lo stile del tattoo artist Alessandro fa al caso vostro: un po’ fumettistico, con tanto di fulmini da cartoon, il vostro stereo letteralmente viene trapiantato fuori del suo contesto naturale. Finendo racchiuso dentro un altro oggetto iconico: la lampadina accesa. E’ la musica stessa ad alimentare l’energia!

tatuaggi musicali

Strumenti e tatuaggi musicali

Pizzicare le corde dell’animo è tra i compiti dei musicisti. Ognuno ha il suo strumento preferito e riprodurlo sulla pelle è una questione di stile: una semplice chitarra non è poi così seducente. Ma se poi la si reinterpreta dandone un’interpretazione creativa, fa vibrare una musica differente.  Un braccio può trasformarsi in un’ottima piattaforma per arpeggiare con gli occhi e i colori. Esplosioni di tinte che giocano con un inchiostro nero fluido, con più linee che giocano tra di loro e le macchie liquide sullo sfondo.

tatuaggi musicali

 

Chi ha la musica nel cuore… e sulla pelle

I tatuaggi musicali ispirano disegni complessi ed evocativi: i migliori sono quelli che riprendono un soggetto realistico e poi lo inseriscono all’interno di una cornice metaforica. Com’è il caso del disegno da anatomo patologo di un cuore umano, arricchito dai piccoli dettagli che fanno la differenza. La cura nella riproduzione puntinata delle venature, della tatuatrice di Vimercate, Giulia, si unisce alla musica. In una perfetta rappresentazione di un grammofono impiantato direttamente nel muscolo cardiaco.

tatuaggi musicali

 

Dal cuore alle mani, la musica va suonata

I musicisti portano di sicuro la propria passione dal dentro al fuori: comunicare con i tatuaggi musicali la propria abilità deve esser complesso quanto, per lo meno, suonare la batteria. Una questione articolata, che coinvolge il movimento di più muscoli e, quindi, se si parla di tatuaggi, più figure. Il tratto realistico fa sognare però con l’incrociarsi del dna con il pentagramma: una linea continua che collega l’interno con l’esterno. Le ombre un po’ graffiate, linee imprecise, per replicare i gesti, gli scatti, il ritmo.

tatuaggi musicali

 

La musica è sul palco

Effettivamente le canzoni non solo si ascoltano ma si cantano anche: per cui, chi fa vibrare le corde vocali di fronte al pubblico può intendere la musica come legata a un altro strumento essenziale, ovvero, il microfono. Un oggetto un po’ freddo ma che, con delle soluzioni particolari come quella dipinta sulla schiena disegnata dal tatuatore Alessandro da Savona. Una grafica decisamente da animale da palcoscenico, che riprende l’atmosfera dei locali, con la figura del cantante che sembra quasi risuonare sul microfono e le corde della chitarra. In un gioco tra colori tenui e quelli più decisi sulle labbra. Creando un bell’effetto di prospettiva tra il soggetto principale e il contesto.

tatuaggi musicali

 

Tatuaggi musicali: la sempre verde chiave di Sol

Ebbene sì: quante volte chi ha fatto il conservatorio ha pensato “benissimo, mi tatuo un’elegante chiave di Sol”? Troppi. Al punto che è diventato un po’ un simbolo trito e ritrito più o meno come quello dell’infinito. Come fare allora? Evitarlo del tutto? Ovviamente no: così com’è possibile trovare idee originali per una rosa, è possibile fare lo stesso per questa figura. Fatela esplodere in spruzzi di colore. Tridimensionale, lucida, divertente. Che sembra muoversi tra linee cinetiche e note musicali.

tatuaggi musicali

Come sempre, non vi abbiamo lasciato senza soluzioni: ora cercate il vostro tatuatore di fiducia su Inkdome e metà del lavoro è fatto!

 

 


Stai cercando i migliori tatuatori per il tuo tatuaggio?
RACCONTACI LA TUA IDEA
Inkdome ti consiglia gratuitamente l'artista per ogni stile tattoo.